Italian English French German Spanish

Questione di amore

commento 04-11-18Gli Scribi, attaccati alla lettera poco allo spirito. Uno di loro incrocia Gesù per strada, ennesimo “agguato” al giovane Rabbì di Nazareth. “Qual’ è il primo di tutti i comandamenti?” Era in uso negli ambienti rabbinici che i discepoli ponessero domande gerarchiche, intrecci di genealogie allo scopo di trovare, identità e retta via, insomma rispondere a ricerche nascoste a volte inquiete: chi sono? Come mi devo comportare? La questione dal sapore puramente dottrinale sembra onesta, come anche la risposta si avvicina al desiderio del Regno che scaturisce dal cuore di Gesù, il quale, elogia lo scriba dicendo di non essere lontano dal progetto di Dio su questa nostra umanità: “Non sei lontano dal Regno di Dio”. Ma quale è la posta in gioco? L’esattezza della norma, la sua osservanza? Gesù sposta l’asse dalla dottrina alla relazione. Non dà spiegazioni, né interpretazioni, pone la nuda Parola di Dio incisa sulla durezza della roccia e nel cuore dell’uomo. Ascolta! Certo, perché non ci può essere osservanza, senza ascolto. Gesù lo fa per primo, ascoltando il suo interlocutore che poteva benissimo liquidare. Nella domanda riconosce un desiderio profondo, il desiderio di giungere al cuore di Dio. E tra la selva dei precetti dice quello che più assomiglia a Dio, che dice di lui e di noi. Egli è amore, lascerà risuonare più tardi Giovanni, testimoniando in questa parola il cuore del Vangelo. Un amore che ha tre direzioni, Dio, origine dell’amore, il prossimo e se stessi. Non solo Gesù svela il volto del Padre suo, ma dice come amarlo in pienezza e non in frammenti: Cuore, anima, mente forza. L’uomo nella sua totalità, così come è uscito dalla mano creatrice di Dio, è capace di amore nei confronti del prossimo e di se stesso. Insomma, amerai ciò che sta più a cuore a Dio, la sua icona sulla terra. Amerai! Un verbo al futuro quasi ad indicare una strada senza fine perché l’amore con cui siamo amati e con il quale amiamo, ha il gusto dell’eterno. Amare è dunque strada maestra della vita e Gesù chiede di farlo non con l’effimera emozione di un istante, ma con tutto noi stessi: con intelligenza volontà, con propositi e scelte decisive.


Davide Carbonaro
omdsala baldinila cantorialink-vicariato-romapreghiera taize

Contatti

Parrocchia di Santa Maria
in Portico in Campitelli

Piazza Campitelli, 9
00186 Roma Italia
Tel. e fax Parrocchia: 06.68 80 39 78
Tel. e fax Comunità: 06.68 74 28 5
E-mail:
santamariainportico@vicariatusurbis.org

Orari

Apertura della Chiesa
Dalle ore 7:00 alle 19:00
SANTE MESSE
Feriali: ore 7:30 e 18:30
Festivi: ore 7:30, 10:00, 12:00, 18:30
Giovedì 18:30 Adorazione e Vespri
Orari ufficio Parrocchiale
Tutti i giorni aperto dalle 10:00 alle 12:30, tranne il giovedì e i festivi

Iscriviti alla Newsletter

Inserisci la tua Email:
       
FaceBook Feed Youtube Twittericon-1

Template Design © Vicis Srl | All rights reserved.